Soggiorno all’Agriturismo Buonasera e visita guidata a Sovana

 

 

CHI SIAMO: Agriturismo Buonasera, Tesori d’Etruria

COSA FAREMO:      soggiorno in agriturismo della Tuscia Laziale, cena con prodotti  di fattoria e tipici del territorio, colazione, visita guidata a Sovana

COSA FORNIRO’:     Alloggio in agriturismo, cena, colazione

Visita con guida specializzata a Sovana

CHI PUO’ PARTECIPARE: tutte le età, minorenni con i genitori

NUMERO MINIMO DI PARTECIPANTI: riportato nelle tariffe visita Guidata

DOVE SAREMO: Agriturismo Buonasera a Bagnoregio (VT) Loc. Buonasera 18 e per la visita guidata appuntamento direttamente a Sovana

 

PROSSIME DATE DISPONIBILI: sabato 17 novembre 2018

 

TERMINI DI CANCELLAZIONE: 30 gg prima dell’arrivo in agriturismo

La Tariffa include

TARIFFA ALLOGGIO:

€ 70 a persona in 1/2 pensione (colazione e cena, bevande a parte); riduzioni per bambini sotto ai 10 anni e terzo letto in camera.

€ 10 a persona eventuale pranzo al sacco

TARIFFE VISITA GUIDATA

€ 12 a persona per l’attività HD (2 ore circa) min 6 partecipanti.

Sotto i 6 partecipanti tariffa forfettaria € 80

La Tariffa non include: ingressi a parchi o aree archeologiche e musei, tutto quello non compreso nella “La tariffa include”.

 

Sovana è una pittoresca frazione di Sorano, in provincia di Grosseto, nella Maremma Toscana.

È conosciuta come famoso centro etrusco, borgo medievale e rinascimentale, nonché importante sede episcopale.

Suana era il nome del centro etrusco, che dalla conquista di Vulci in poi (280 a.C.).

Subì un graduale processo di romanizzazione, culminato con la creazione del municipio con la concessione della cittadinanza romana agli italici.

Nel V secolo è già documentata come sede vescovile.

L’attuale centro storico si sviluppò nel corso del Medioevo nelle vicinanze della preesistente necropoli etrusca, sotto il controllo della famiglia Aldobrandeschi, che vi fece edificare un castello intorno all’anno mille.

In epoca medievale divenne anche libero comune e diede i natali a Ildebrando di Sovana, divenuto in seguito papa Gregorio VII.

Fu  anche capitale dell’omonima contea.

Alla fine del XIII secolo venne ereditata dagli Orsini seguendo il medesimo destino di Sorano e Pitigliano fino al XV secolo, epoca in cui il centro venne conquistato dai senesi. A metà del XVI secolo la definitiva caduta della Repubblica di Siena portò Sovana nelle mani dei Medici, che la inglobarono nel Granducato di Toscana.